Tu sei qui

Palais Garnier
Eclettico. Audace. Ricco. Sfavillante. E' il fastoso Palais Garnier, culla del balletto classico, oggi considerato uno dei più bei teatri del mondo. Basta una visita per farsene un'idea. Imperdibile.

Era il 1861 quando Napoleone III chiese a un certo Charles Garnier (che prima di allora non aveva mai costruito nulla) di dare vita nel cuore della Parigi di Haussmann a un nuovo e innovativo teatro dell'Opera. Il 5 gennaio 1875, il teatro viene inaugurato lasciando tutti a bocca aperta, affascinando i contemporanei per ricchezza, eclettismo e audacia del piano archiettonico e decorativo. E da allora è un susseguirsi di emozioni, di miti e leggende che si rincorrono e di suggestioni. Oggi il Palais Garnier, o teatro dell'Opera, è considerato - a ragione - uno dei teatri più belli al mondo e se siete a Parigi per qualche giorno (o se qui risiedete) perdersi una visita guidata al suo interno sarebbe un crimine. Questo è un teatro che una volta entrati lascia senza fiato. Insomma, basta lasciarsi andare e il cuore comincia a palpitare.

Camminando all'interno dell'Opera Garnier, dopo aver superato la Rotonde des Abonnés ci si ritrova sulla Grand Escalier tra marmi, specchi, giochi di luci che danno vita a un vero teatro nel teatro. Al piano superiore, alla fine di una lunga galleria, si apre il Salon du Glacier che tra dipinti, arazzi e stucchi rievoca l'estetica della Belle-Epoque. L'entrata nel Grand Foyer lascia senza parole, sembra quasi di essere nel Salone degli Specchi di Versailles: il soffitto dipinto da Paul Baudry raffigura i temi della storia della musica.

Ma la vera perla è la Sala del Teatro - a forma di ferro di cavallo detto alla francese per la disposizione dei posti in base alla categoria - che è stata pensata per vedere e per essere visti. La sua struttura metallica nascosta da marmi, stucchi e dorature sostiene le 8 tonnellate di pesi del lampadario di bronzo e cristallo con 340 luci. Lo splendido dipinto di Marc Chagall che oggi avvolge il lampadario è stato inaugurato il 23 settembre 1964. La storia dell'Opera Garnier è carica anche di miti e leggende (è proprio qui che si aggira il Fantasma dell'Opera), morti sospette e allegorie ritrovabili nei dipinti. Il Palais Garnier, oggi sede del balletto classico, è visitabile tutti i giorni. Perderselo sarebbe imperdonabile. Per chi invece amasse l'Opera la direzione da prendere è quella di Bastille, ma quella è tutta un'altra storia architettonica.

Perchè andarci: 

Perché è uno dei teatri più belli del mondo.

Segni particolari: 

Luccicante.

Con chi andare: 

Con chi ama il bello e con chi si sente a proprio agio nello sfarzo più assoluto.

Vietato a: 

Chi non sa dire Ohhhh!

Colpo di fulmine: 

La Sala del Teatro, commovente per bellezza per chi ama i teatri d'opera e di balletto.

Questo proprio no: 

Le visite sono affollate.

Vicino cosa c'è: 

Siete a due passi dalle Galeries Lafayette. Dopo tanta cultura, un po' di shopping.

Info: 

Palais Garnier - 8 Rue Scribe, 75009 Paris. Visite individuali e guidate tutti i giorni dalle 10 alle 17. Chiuso il 17 e 31 gennaio; il 4-5 e 16 marzo. L'1 e il 24 aprile. Possibilità di acquistare i biglietti direttamente sul sito www.operadeparis.fr