Tu sei qui

Musée & École Giacometti
Nel 2026 la Fondazione Giacometti rileverà l'edificio storico dell'ex stazione des Invalides di Parigi e i sotterranei dell'esplanade per creare il Museo e la Scuola Giacometti. 100% arte.
Futur Musée & École, Fondation Giacometti, Paris © Luc Castel

Nel 2026, la Fondazione Giacometti rileverà l'edificio storico dell'ex stazione ferroviaria degli Invalides e il seminterrato dell'esplanade per creare il Museo e la Scuola Giacometti, un nuovo modello di istituzione con annesso un museo che potrà vantare un'eccezionale collezione di opere, spazi espositivi multidisciplinari e una scuola creativa aperta a tutti. Situato in una posizione ideale nel cuore di Parigi, questo museo-scuola di 6.000 m2  sarà dedicato all'incontro tra il pubblico, gli artisti e le diverse espressioni creative.

Il progetto fa parte del programma "Réinventer Paris 2: esplanade des Invalides" della Città di Parigi, i cui vincitori sono Emerige e Nexity.

L'edificio e i suoi annessi sotterranei, creati per l'Esposizione Universale del 1900, saranno completamente ristrutturati.  L'architetto di fama internazionale Dominique Perrault, insieme all'architetto Pierre-Antoine Gatier e all'architetto del paesaggio Louis Benech, progetterà la trasformazione di questo sito storico. 

Attraverso questo ambizioso progetto, la Fondazione Giacometti offre l'opportunità unica di costituire a Parigi la più grande collezione al mondo di opere dell'artista, che comprende quasi 10.000 lavori, la maggior parte dei quali non è attualmente accessibile al pubblico, nonché di condividere le sue molteplici attività e i suoi innovativi metodi di insegnamento.

Il museo esporrà in modo permanente una selezione di diverse centinaia di opere di Alberto Giacometti, tra cui sculture in gesso e bronzo, dipinti, disegni e oggetti d'arte decorativa. L'architettura di questo edificio, inondato di luce naturale, fornirà un ambiente eccezionale per la presentazione di queste opere.

Lo studio di Alberto Giacometti, inseparabile dalla leggenda dell'artista, permetterà ai visitatori di immergersi nel suo processo creativo. Gli archivi, la biblioteca e l'iconoteca della Fondazione saranno accessibili al pubblico. Diverse sale espositive ospiteranno anche un ambizioso programma aperto ad altri artisti moderni e contemporanei.

La Scuola di Creazione per Tutti, organicamente associata al museo, offrirà un approccio originale all'arte basato sullo spirito dello studio e della creatività, superando i confini tra belle arti, arti applicate e artigianato, pratica professionale e pratica amatoriale.

Questa offerta sarà arricchita da un ricco programma culturale e dallo sviluppo delle attività di ricerca e insegnamento della Fondazione, in particolare l'École des modernités e il Giacometti Lab.

La Fondazione Giacometti offrirà così ai visitatori un'esperienza completa in un ambiente unico e conviviale (cortile verde, caffetteria, ristoranti, libreria, concept store, ecc.)

"Siamo lieti di iniziare la realizzazione di questo progetto su larga scala, che consentirà di condividere con il maggior numero possibile di persone l'eccezionale collezione di opere della Fondazione Giacometti", afferma Emmanuel Grégoire, primo vicesindaco di Parigi con delega all'urbanistica, all'architettura, alla Grande Parigi, alla trasformazione delle politiche pubbliche e alle relazioni con gli arrondissement.

"L'ampliamento di questa fondazione dedicata all'opera di un grande artista e l'apertura di una scuola confermano il dinamismo artistico di Parigi. Siamo lieti che rafforzerà anche la sua influenza internazionale", aggiunge Carine Rolland, vicesindaco di Parigi con delega alla cultura.

"Questa splendida opportunità è un passo importante nello sviluppo della Fondazione Giacometti. Sono profondamente grato alla città di Parigi per aver reso possibile questo ambizioso progetto e per averci offerto questa cornice eccezionale. Non vedo l'ora di realizzare questo progetto con i nostri partner. Saremo molto felici di collaborare con il Comune e con tutti gli attori culturali del 7° arrondissement per far risuonare qui lo spirito di Giacometti, umano, generoso e creativo. Catherine Grenier, direttrice della Fondazione Giacometti

Perchè andarci: 

Perché sarà una bella novità. E se nel 2026 passate da Parigi, perché no?

Segni particolari: 

Arte, storia, cultura, bellezza. What else?

Con chi andare: 

Chi sa che l'arte serve per vivere meglio.

Vietato a: 

Agli insensibili all'arte.

Colpo di fulmine: 

L'arte al centro della scena. Che meraviglia.

Questo proprio no: 

Dobbiamo aspettare il 2026.

Vicino cosa c'è: 

Siete nel 7° arrondissement, ovvero nel cuore di Parigi. C'è tutto quello che vi serve.

Info: 

Musée & École Giacometti, dal 2026 all'Esplanade des Invalides di Parigi. Fondation Giacometti - Accueilhttps://www.fondation-giacometti.fr