Tu sei qui

Italiano

Emporio Armani Caffè & Armani/Ristorante

La cosa più difficile da preparare ai fornelli? Un grande spaghetto al pomodoro e basilico. La cucina italiana? Deve essere necessariamente buona, bella, sana e cucinata all'istante. Senza stratagemmi, senza misteri, senza sofisticazione. Per l'esaltazione assoluta del prodotto. Eccola in poche parole la filosofia dell'Emporio Armani Caffè e Ristorante di Parigi, una filosofia che nel febbraio 2018 ha portato alla conquista della prima Stella Michelin. Il segreto? Lo stile di Giorgio Armani, il tocco dello chef Massimo Tringali e il geniale intuito di Massimo Mori, guru dell'italianità gastronomica a Parigi. Andiamo a scoprire qualcosa di più.

Caffè Stern

Il menu invernale è pronto: basta sedersi a tavola e lasciarsi trasportare in un viaggio gastronomico fra gusto, tradizione e tocchi di alta cucina. Siamo al Caffè Stern, nel fascinosissimo Passage des Panoramas di Parigi, il caffè ristorante aperto da mattina a sera tardi nato da un'idea degli stellati Fratelli Alajmo e condotto ai fornelli dallo chef Denis Mattiuzzi. E fra pizza al vapore con tartufo nero, involtini di scampi fritti, tortelli di pastinaca e spaghettoni all'olio extra vergine di Sicilia, c'è solo da divertirsi. Buon (italianissimo) gusto!

EPOCA

Carciofi alla Giudia, ma anche spaghettoni Cacio e Pepe. E poi una bella zuppetta lucana con ceci e cozze e un Dolce di Sorrento al limone in cui sprofondare voluttuosi. Non siamo in una trattoria in Italia, ma in un bistrot italiano a Parigi. Le ricette sono quelle vere e attingono tutte dall'antica e più autentica tradizione gastronomica tricolore. In cucina c'è Denny Imbroisi, sì proprio quello del top restaurant Ida, che ha da poco aperto il suo nuovo gioiellino. Il nome? Epoca. Tutto da scoprire. Cool, meglio dirlo all'italiana: buono!

BIG MAMMA

East Mamma è stato il primo. Sono arrivati Ober Mamma e Mamma Primi. Poi è stata la volta di Biglove Caffè coi suoi brunch oversize. E c'è la Pizzeria Popolare che con 5 euro vi fa mangiare pizze davvero buone. E per finire (ma solo per il momento) è nato il tutto rosa e carnivoro Pink Mamma. Il Gruppo Big Mamma sta inesorabilmente conquistando Parigi a suon di pizze, paste, farine e prodotti tipici italiani davvero top: e alla guida di tutto c'è lui, chef Ciro Cristiano che a soli 28 anni è ormai il guru dell'Italia style in Paris. Il suo segreto? La Mamma ovviamente. Quattro chiacchiere con lui.

IDA

E' un bistrot dal marcato accento italiano. Ma è anche un ristorante italiano gastronomique che prende il meglio della cucina nostrana per destrutturarla ed elevarla a cuisine gourmande. Cresciuto in alcune delle cucine migliori al mondo - dai pluristellati Giancarlo Perbellini, Mauro Colagreco e Alain Ducasse, solo per citarne alcuni - diventato famosissimo in Francia per essere arrivato alla semifinale di TopChef nel 2012, il calabrese Denny Imbroisi dal 2015 spopola a Parigi con il suo ristorante IDA. E da quando il critico cattivissimo de Le Figaro ha scritto che la sua è la carbonara migliore di sempre, tutti sono pazzi di lui. Provare per credere.

Casa Cosa

Olio (ligure). Burratine. Parmiggiano Reggiano. Salumi. Stracchino (sì, proprio quello della Focaccia di Recco). Lasagne. Naturalmente pasta. Naturalmente pizza. Da Casa Cosa si parla italiano, si mangia italiano, si beve italiano (dai vini al caffè fino all'ammazza caffè) e gli ingredienti che si trovano nei piatti sono gli stessi che abbiamo in Italia. Aperto 7 giorni su 7, dal mattino alla sera, il ristorante che si affaccia proprio davanti allo splendido teatro Mogador nel 9 arrondissement, è una grande vetrina sull'Italia e sui suoi prodotti. Quelli buoni. Da assaggiare. Senza moderazione.

L'Alimentari

E' una trattoria piccola, piccolissima, molto parigina in questo. Ma dentro si respira profumo d'Italia, con un pizzico di mare sardo nel piatto. Siamo a L'Alimentari, nel cuore caldo del Marais, e tra spaghetti alle vongole e bruschette con pomodorini a crudo, ci si diverte come a casa. Soffermatevi sulle due vetrine, meritano la sosta. Italian Style.

Primo

La pasta fatta in casa. Fatta come una volta. E fatta in vetrina, sotto gli occhi di tutti. Primo non è un locale come tanti, ma una trattoria italiana tutta d'un pezzo, con tavolini in legno, seggioline di paglia e tanti, tantissimi ingredienti rigorosamente tricolore. Bando alle panne e alle cremine, da Primo si ritrova l'Italia buona nel piatto. Ed è anche un'épicerie boutique a base di mozzarelle, vini e verdure bio. Per chi vuole portarsi a casa un pezzo d'Italia. W la pasta.

Pinot Grigio

Italiano nel midollo, con sfumature creative che ne fanno un luogo prezioso di buona cucina. Dal brunch agli aperitivi fino alla cena gourmet, tra ottimi vini e focaccette, il Pinot Grigio stupisce per le sue proposte di grande qualità. E ai fornelli c'è la brava Alessandra Olivi, toscana giramondo dai fornelli niente male.

Caffè Stern

La sua cucina è intensamente leggera e nostalgicamente contemporanea. Italianissima nel midollo, ma con tocchi d'alta cucina fluida e buonissima. Il Caffè Stern, splendido spazio del mangiar bene aperto nel cuore di Parigi dai fratelli Alajmo nel settembre 2014, dalla colazione alla cena offre parentesi di puro gusto. Per scoprire il vero Italian Style.