Natale aux Tuileries

Più di 120 chalet pieni di cibo e idee regalo, 30 giostre per piccoli e grandi, un patinoire e l'immancabile Grande Ruota alta 70 metri. Torna per il secondo anno nello splendido Jardin des Tuileries il magico mercatino di Nalate. Il più bello di Parigi.

Cosa fare questa settimana

Un Américain à Paris

Il rinnovato Théâtre du Châtelet torna ad accogliere Un Américain à Paris la splendida commedia musicale tratta dal film di Vincent Minnelli. Fino al 1° gennaio, 43 show per un'atmosfera sognante.

Noël aux Tuileries

I tradizionali mercatini di Natale tornano per il secondo anno al Jardin des Tuileries tra giochi, 120 chalet, 30 manèges, patinoire, tanto cibo e la Grande Ruota alta 70m. Fino al 5 gennaio.

L'âge d'or de la peinture anglaise

Al musée du Luxembourg, un viaggio nell'età d'oro della pittura inglese, da Reynold, Gainsborough e Turner. In mostra i capolavori della Tate Britain, poco noti in Francia. Fino al 16 febbraio.

Altri eventi in programma

Le Grand Palais Éphémère

Si chiamerà Le Grand Palais Éphémère ed è la nuova struttura di 10000 m2 che si installerà sugli Champ-de-Mars nel 2021 e fino alle Olimpiadi del 2024. Un nuovo look per arte, sport e cultura.

#ExpoGreco

La più grande retrospettiva a lui dedicata mai realizzata in Francia. L'artista è Greco, ultimo maestro del Rinascimento, ed è il Grand Palais a organizzarne una mostra grandiosa fino al 10 febbraio.

Toulouse-Lautrec Résolument Moderne

Una mostra unica e immensa per immergersi totalmente nelle atmosfere parigine della fine dell'800. Al Grand Palais più di 200 opere per conoscere i segreti di Toulouse-Lautrec. Fino al 27 gennaio.

La Collection Alana

I capolavori della pittura italiana del Rinascimento eccezionalmente insieme in una mostra imperdibile di scena fino al 20 gennaio 2020 nelle sale del bellissimo musée Jacquemart André. Da non perdere

Musée Maillol Paris

Les Grands Maîtres Naïfs Du Douanier Rousseau à Seraphine in mostra al musée Maillol per un'immersione sognante, appassionante e insolita nel colore. Tutta da scoprire. Fino al 19 gennaio 2020.

Le monde nouveau de Charlotte Perriand

Arte e architettura insieme. E' l'esposizione che la Fondation Louis Vuitton dedica a Charlotte Perriand, donna rivoluzionaria, icona del design del XX secolo. Dal 2 ottobre con 400 opere in mostra.

Parigi, le mostre dell'autunno 2019

Mondrian, Degas, Toulouse-Lautrec, l'età d'oro della pittura inglese, il meglio degli artisti naïfs e il mondo di Charlotte Perriand. Queste solo alcune delle mostre dell'autunno parigino. Top!

ZooParc de Beauval

Classificato tra i migliori 5 al mondo, lo Zoo di Beauval sorprende per bellezza, per il suo progetto educativo e per l'impegno nella salvaguardia delle specie. E tra bebè e novità, c'è da stupirsi.

Féerie

Mille abiti di piume, strass e paillettes. 80 artisti in scena, 60 splendide ballerine e scenografie maestose. Il tutto in un contesto magico che profuma di cabaret e cancan. Ecco il Moulin Rouge!

500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci

Ad Amboise, in piena Loira, Leonardo ha trascorso gli ultimi anni della sua vita. E per tutto il 2019 il Maniero di Clos-Lucé si veste a festa con mostre, eventi, incontri dedicati al Genio italiano.

Moët & Chandon

Con i suoi labirinti vinicoli ha dettato le leggi universali dello Champagne. E' il più bevuto al mondo. Il più conosciuto. E' Moët & Chandon e visitare le sue cantine a Épernay vale il viaggio.

Madame de Maintenon

La dimora di una donna dal destino eccezionale, sposa segreta di Luigi XIV, di cui quest'anno si celebrano i 300 anni dalla morte. A un'ora da Parigi, lo splendido château de Maintenon. Da vedere.

Le hameau de la Reine

E' il luogo più intimo e segreto dello Château de Versailles, l'angolo bucolico in cui Maria Antonietta si divertiva a vestire i panni da "contadina". Le Hameau de la Reine, una visita imperdibile.

La Pyramide du Louvre fête ses 30 ans

E' l'icona di uno dei musei più visitati al mondo. Il feticcio di Parigi. La Piramide del Louvre festeggia i suoi 30 anni e il museo organizza un anno di festeggiamenti tra musica, arti e incontri.

Van Gogh, La nuit étoilée

Un'immersione sensoriale e totalizzante nell'arte. All'Atelier des Lumières fino al 5 gennaio una nuova deambulazione numerica nelle opere di Vincent Van Gogh: colore e incanto fanno tutt'uno.

Carla Bianchi / Migrando

Humor italiano in salsa francese per un tema scottante: quello della migrazione. Carla Bianchi torna sul palco fino a dicembre col suo Migrando, monologo poetico e toccante. Da vedere e rivedere.

Caccia a Invader

Chiamatele Invasioni o opere d'arte urbane, il risultato è che Invader è uno degli artisti contemporanei più metropolitani e cool del mondo. Ecco una guida per chi è a caccia di Space Invaders a Paris

Japon rêvé

Un viaggio splendido nell'immaginario comune del Giappone, tra geishe, samurai e ciliegi in fiore. E'Japon Rêvé un'installazione estatica, visiva e sonora all'Atelier des Lumières fino al 5 gennaio.

Musée de la Vie romantique

Non lo conoscono in molti. E' fuori dai giri turistici, nonostante sia a un passo da Pigalle e Montmartre. E' il Musée de la vie Romantique, nel 9° Arrondissement, e visitarlo è un piacevole obbligo.

Basilica di Saint-Denis

A tu per tu con Luigi XVI e Maria Antonietta e con tutti i re di Francia. Siamo a Saint-Denis, nella bellissima cattedrale che contiene più di 70 tombe reali monumentali. Un gioiellino del gotico.

Palais Garnier

Eclettico. Audace. Ricco. Sfavillante. E' il fastoso Palais Garnier, culla del balletto classico, oggi considerato uno dei più bei teatri del mondo. Basta una visita per farsene un'idea. Imperdibile.

Sainte-Chapelle

E' un gioiello dello stile gotico fiorito. Nel cuore de l'Ile de la Cité, la Sainte-Chapelle illumina il visitatore con le sue vetrate coloratissime. Di una bellezza assoluta, merita la visita.

Galerie des Carrosses Versailles

Sontuose, civettuole, bellissime. Sono le carrozze di Versailles, in mostra nella grande écurie del Castello riaperta dopo 15 anni di lavori di restauro. Tra lusso estremo e tecnologia a motore.

Arc de Triomphe

Sguardi all'ingiù per la città. Salire sull'Arc de Triomphe è un'esperienza irripetibile che permette di avere uno sguardo a 360° su Parigi e di avere un insolito tête-à-tête con la Tour Eiffel.

Dove mangiare

LIBERTINO - Big Mamma

Fiocco azzurro nella grande famiglia Big Mamma di Parigi: si chiama Libertino ed è la nuova trattoria folle e sregolata che apre le sue porte al 44 di rue de Paradis. Un locale nuovo non tanto nel cibo (con accento spiccatamente italiano), ma nei decori che strizzano l'occhio al kitsch rétro degli anni Settanta. Il menu è tutto da condividere: entrerete direttamente nella cucina in mezzo agli chef ed uscirete con la pancia piena cantando le hit di Raffaella Carrà e Donatella Rettore. Qui tutto è permesso.

Jòia - Hélène Darroze

Due angoli cocktail a vista, parquet, quadri alle pareti, un salotto in cui cenare seduti su comodi divani e tanti libri e librerie. Non siete a casa vostra, ma nel bistrot iper cozy di Hélène Darroze, la super cuoca conosciuta ai più come giudice di Top Chef, talento puro nel declinare l'alta cucina alla convivialità più genuina. Siamo al Jòia, nel cuore del II arrondissement, e tra brunch domenicali, pranzi a prezzi intelligenti e cene gourmet non potrete che divertirvi.

Eataly Paris Marais

Uno spazio di 4000 metri quadrati su tre piani dedicato al buon cibo italiano, alla ristorazione, all'acquisto di prodotti top e alla didattica. Siete da Eataly Paris, nel cuore del Marais: 7 punti di ristorazione tra cui Pasta e Pizza, il Caffè e il Gelato, l’Osteria del Vino e il Bar Torino per cucinare, mangiare, bere e acquistare. Sano, intelligente e buono.

Clover Green - Jean-François Piège

Antidepressivo, porte-bonheur, declinato secondo le sfumature della felicità in cucina. Siamo da Clover Green, a due passi da Saint Germain des Près, il piccolissimo ma buonissimo ristorante "de poche" del super chef Jean-François Piège. Nessun muro tra la cucina e la sala, per un locale dall'animo green che a pranzo e cena si diverte a giocare con tutte le declinazioni possibili delle verdure di stagione. Ci sono anche carne e pesce per chi lo volesse, ma giusto un assaggio. Porta fortuna, lo dice il nome stesso.