Ai confini dell'Uomo

#AuDiapasonDuMonde, ovvero una nuova imperdibile esposizione alla Fondation Louis Vuitton di Parigi con il meglio dell'arte moderna, (iper)contemporanea e Japan Pop. Per un dialogo serrato con l'estetica del bello.

Cosa fare questa settimana

25/04/2018 - 11:00

Au diapason du monde

Au diapason du monde: ovvero un tuffo nell'arte (iper) contemporanea per indagare tutto ciò che ruota attorno all'uomo. E' la nuova expo alla Fondation Louis Vuitton di scena fino al 27 agosto.
25/04/2018 - 10:30

Foujita, entre Paris et Tokyo

Un giapponese a Parigi. E' Foujita, artista eclettico e sorprendente, nipponico nel tratto ma francese d'esprit. Il Musée Maillol fino al 15 luglio gli dedica una mostra che è una vera sorpresa.
25/04/2018 - 11:00

Chagall, Lissitzky, Malévitch. L'avant-garde russe à Vitebsk (1918-1922)

Al Centre Pompidou fino al 16 luglio un bel ripasso di avanguardia russa con le opere di alcuni artisti straordinari cresciuti alla scuola di Vitebsk: Chagall, Lissitzky da Malevich fino a Kandinsky.

Altri eventi in programma

25/04/2018 - 10:00

#ExpoKupka

Al Grand Palais fino al 30 luglio 2018 un'esplosione di colore con la mostra dedicata a Kupka, pioniere dell'astrazione pittorica. Per un mondo armonico in cui visibile e invisibile si confondono.
21/06/2018 - 10:00

Institut Giacometti

Il 21 giugno 2018 aprirà a Montparnasse l'Institut Giacometti, un nuovo spazio consacrato alle esposizioni, alla ricerca nella storia dell'arte e alla pedagogia. Il tutto tra opere, ateliers e incanto
25/04/2018 - 10:00

Jean Fautrier. Matière et lumière.

Poco esposto, non troppo conosciuto, in realtà Jean Fautrier è un grandissimo pittore dal tocco moderno. E ora il MAM di Paris lo celebra con la bella mostra Matière et Lumière. #expoFautrier
25/04/2018 - 10:00

Margiela Galliera

Al Palais Galliera di Parigi la prima retrospettiva dedicata a Martin Margiela, lo stilista belga che ha destrutturato e ribaltato il mondo della moda. Per una mostra divertente, folle e irriverente.

Musée Napoléon

Il Museo di Napoleone I all'interno del Castello di Fontainebleau, riapre dopo un anno le sue porte con una messinscena più ricca e rinnovata nei particolari. Tra oggetti culto, stanze e dipinti.

Parc de Bagatelle

Segni particolari: verdissimo e bellissimo. E' il Parc de Bagatelle, nel cuore del Bois de Boulogne, un Parco unico nel suo genere che fra roseti, pavoni e cascate d'acqua conquisterà chiunque.
26/04/2018 - 10:00

Les Hollandais à Paris, 1789-1914

Van Gogh, Van Dongen, Mondrian e le loro opere nella Ville Lumière. I pittori olandesi più famosi in mostra al Petit Palais fino al 13 maggio. Les Hollandais à Paris, 1789-1914 c'est à ne pas manquer
26/04/2018 - 10:00

Le Musée en Herbe

I bambini, con una lente d'ingrandimento e piglio da detective, entrano negli atelier dei migliori pittori del secolo passato per scoprirne fascino e misteri. Al Musée en Herbe una nuova mostra top.

Palais Garnier

Eclettico. Audace. Ricco. Sfavillante. E' il fastoso Palais Garnier, culla del balletto classico, oggi considerato uno dei più bei teatri del mondo. Basta una visita per farsene un'idea. Imperdibile.
26/04/2018 - 14:00

Théâtre des Variétés

Le avventure straordinarie di Mowgli e dei suoi amici approdano in scena con una commedia musicale unica con musiche al 100% inedite. E' Le Livre de la Jungle, a Parigi fino al 2 marzo. Dai 5 anni.
26/04/2018 - 19:00

Olivier Giraud

How to become parisian in one hour? Facile, basta ridere insieme a Olivier Giraud nel suo one man show 100% in inglese. Per fare a fettine i tic dei francesi. Dal 19 gennaio e per tutto il 2018.
25/04/2018 - 21:30

Carla Bianchi

Prendete una brava attrice italiana, mettetela in scena a Parigi, e il suo woman show vi lascerà di stucco. Lei è Carla Bianchi e il suo Un amour de la France à ma sauce italienne è da applausi. Bravo

Musée Yves Saint Laurent Paris

Un museo interamente dedicato a uno dei padri dell'haute couture. Le collezioni, scatti privati, lo studio delle creazioni, documentari e abiti top. E' il nuovissimo Musée Yves Saint Laurent de Paris.

Sainte-Chapelle

E' un gioiello dello stile gotico fiorito. Nel cuore de l'Ile de la Cité, la Sainte-Chapelle illumina il visitatore con le sue vetrate coloratissime. Di una bellezza assoluta, merita la visita.

Galerie des Carrosses Versailles

Sontuose, civettuole, bellissime. Sono le carrozze di Versailles, in mostra nella grande écurie del Castello riaperta dopo 15 anni di lavori di restauro. Tra lusso estremo e tecnologia a motore.

Les Grandes Ecuries

Tutto sul mondo del cavallo e dei cavalieri, fra spettacoli, esibizioni, un museo e dimostrazioni di dressage. Siamo nel Domaine di Chantilly e Les Grandes Ecuries meritano una visita a parte.

Arc de Triomphe

Sguardi all'ingiù per la città. Salire sull'Arc de Triomphe è un'esperienza irripetibile che permette di avere uno sguardo a 360° su Parigi e di avere un insolito tête-à-tête con la Tour Eiffel.

Dove mangiare

Terres de Café

Bere un buon cappuccino a Parigi? Operazione complicata, al limite dell'impossibile. Ma come ogni cliché, anche questo va sfatato. Degustando cappuccini per la città finalmente ne abbiamo trovato uno buono, cremoso al punto giusto, dal gusto perfetto. Non acido, ma con una cremina morbida. E soprattutto fatto con un caffè top. Insomma, uguale a quello che beviamo in Italia. Merito di Terres de Café, dal 2017 riconosciuto come il primo torrefattore di Francia, che dopo il suo negozio nel Marais ha appena inaugurato un corner profumatissimo alle Galeries Lafayette Gourmet. Assaggiare per credere.

Mandoobar

Il locale è piccolo, minimal, con un tavolo a U dietro cui si agita silenzioso e chirurgico lo chef Kim Kwang-loc. Siete al Mandoobar, un ristorantino coreano nell'VIII arrondissement che stupisce per profumi e sapori d'Oriente. Pochi piatti per un menu essenziale che non tradisce mai: e tra gyoza, tartare e sorbetti tornerete a casa soddisfatti. Tutto è preparato al momento, sotto i vostri occhi.

Emporio Armani Caffè & Armani/Ristorante

La cosa più difficile da preparare ai fornelli? Un grande spaghetto al pomodoro e basilico. La cucina italiana? Deve essere necessariamente buona, bella, sana e cucinata all'istante. Senza stratagemmi, senza misteri, senza sofisticazione. Per l'esaltazione assoluta del prodotto. Eccola in poche parole la filosofia dell'Emporio Armani Caffè e Ristorante di Parigi, una filosofia che nel febbraio 2018 ha portato alla conquista della prima Stella Michelin. Il segreto? Lo stile di Giorgio Armani, il tocco dello chef Massimo Tringali e il geniale intuito di Massimo Mori, guru dell'italianità gastronomica a Parigi. Andiamo a scoprire qualcosa di più.

Ken Kawasaki

Ha appena conquistato la sua prima Stella Michelin e dire che se la merita tutta è dir poco. Se amate i matrimoni riusciti tra la cucina giapponese e quella francese, ma soprattutto se amate una cucina choc per sapori e innovazione, allora la direzione da prendere è quella di Montmartre per assaggiare i piatti del Ken Kawasaki. Un mini ristorante à la mode du Japon in cui vi cucinano tutto sotto il naso fra profumi e suggestioni. L'esperienza è straordinaria e da quando c'è la Stella prenotare un posto è un'impresa titanica. Ma ne vale lo sforzo.