Paris Plages

Ombrelloni, creme solari, palme e tuffi nella Senna. Torna dal 6 luglio al 1° settembre, 7 giorni su 7, Paris Plages, la manifestazione iper rinfrescante di scena al Bassin de la Villette e al Parc des Rives de Seine. Sport e cultura insieme.

Cosa fare questa settimana

Cinéma en plein air

25 film per 25 visioni sul futuro. La Villette rimette sdraio e coperte per Cinéma en plein air: il festival di cinema sotto le stelle da consumare tra aperitivi, karaoke e crociere. Fino al 18 agosto

Moët & Chandon

Con i suoi labirinti vinicoli ha dettato le leggi universali dello Champagne. E' il più bevuto al mondo. Il più conosciuto. E' Moët & Chandon e visitare le sue cantine a Épernay vale il viaggio.

Paris Plages 2019

7 giorni su 7, dal 6 luglio al 1° settembre torna Paris Plages, la manifestazione "sabbiosa" e molto rinfrescante di scena al Bassin della Villette e al Parc Rives de Seine. Per un tuffo nella Senna

Altri eventi in programma

Moët & Chandon

Con i suoi labirinti vinicoli ha dettato le leggi universali dello Champagne. E' il più bevuto al mondo. Il più conosciuto. E' Moët & Chandon e visitare le sue cantine a Épernay vale il viaggio.

Madame de Maintenon

La dimora di una donna dal destino eccezionale, sposa segreta di Luigi XIV, di cui quest'anno si celebrano i 300 anni dalla morte. A un'ora da Parigi, lo splendido château de Maintenon. Da vedere.

Back Side/Dos à la mode

Una mostra al contrario, non dedicata al viso ma alla bellezza della schiena. Il musée Bourdelle ospita Back Side/ Dos à la mode l'expo tra moda e scultura organizzata dal Palais Galliera. Sensuale.

Paris romantique, 1815-1848

Più di 600 opere, tra quadri, sculture, abiti d'epoca e mobili, per una mostra monumentale che fotografa la Paris Romantique della prima metà dell'Ottocento. Al Petit Palais fino al 15 settembre.

#500ansChambord

500 anni fa la morte di Leonardo Da Vinci e la nascita dello Château di Chambord. Fino a settembre i festeggiamenti in piena Loira dell'anno leonardesco tra mostre rinascimentali ed eventi top.

Toutânkhamon - Le Trésor du Pharaon

L'occasione unica, irripetibile, di ammirare i 150 capolavori (di cui 50 mai usciti dall'Egitto) trovati nel 1922 nella tomba di Toutânkhamon. Alla Villette l'imperdibile expo Le Trésor du Pharaon.

Quand Fellini rêvait de Picasso

Un dialogo immaginario tra Fellini e Picasso attorno ai temi della bellezza, del mito, del circo e della danza. Il tutto tra cinema e arte. E' l'expo Quand Fellini rêvait de Picasso. Fino al 28 luglio

Le hameau de la Reine

E' il luogo più intimo e segreto dello Château de Versailles, l'angolo bucolico in cui Maria Antonietta si divertiva a vestire i panni da "contadina". Le Hameau de la Reine, una visita imperdibile.

La Lune. Du voyage réel aux voyages imaginaires

Una mostra spaziale. 50 anni fa il primo passo sulla Luna, oggi al Grand Palais un'esposizione che ne ripercorre la storia, il mito e il sogno tra grandi opere d'arte, foto, video e feticci.

La Pyramide du Louvre fête ses 30 ans

E' l'icona di uno dei musei più visitati al mondo. Il feticcio di Parigi. La Piramide del Louvre festeggia i suoi 30 anni e il museo organizza un anno di festeggiamenti tra musica, arti e incontri.

Monstres, Mangas et Murakami

Mostri, manga e le opere di Murakami. Ovvero il Giappone più iconico, noir e fumettoso in una mostra tutta da scoprire al Musée en Herbe fino al 22 settembre. Non solo per bambini. Kawaii Kawaii.

La Collection Courtauld & la Collection de la Fondation FLV

Una nuova esposizione immensa per due collezioni magnifiche che uniscono l'impressionismo e l'arte contemporanea. La Collection Courtauld e la Collection de la Fondation Vuitton protagoniste a Parigi.

Van Gogh, La nuit étoilée

Un'immersione sensoriale e totalizzante nell'arte. All'Atelier des Lumières fino al 31 dicembre una nuova deambulazione numerica nelle opere di Vincent Van Gogh: colore e incanto fanno tutt'uno.
16/07/2019 - 20:00

Carla Bianchi / Migrando

Humor italiano in salsa francese per un tema scottante: quello della migrazione. Carla Bianchi torna sul palco per tutta l'estate col suo Migrando, monologo poetico e toccante. Da vedere e rivedere.

Caccia a Invader

Chiamatele Invasioni o opere d'arte urbane, il risultato è che Invader è uno degli artisti contemporanei più metropolitani e cool del mondo. Ecco una guida per chi è a caccia di Space Invaders a Paris

Japon rêvé

Un viaggio splendido nell'immaginario comune del Giappone, tra geishe, samurai e ciliegi in fiore. E'Japon Rêvé un'installazione estatica, visiva e sonora all'Atelier des Lumières fino al 31 dicembre.

Musée de la Vie romantique

Non lo conoscono in molti. E' fuori dai giri turistici, nonostante sia a un passo da Pigalle e Montmartre. E' il Musée de la vie Romantique, nel 9° Arrondissement, e visitarlo è un piacevole obbligo.

Naturellement parisien

Una quindicina di attrazioni, molte iperadrenaliniche, incontri con gli animali, spettacoli di magia e atelier top. I Jardin d'Acclimatation promettono un'immersione nel verde e divertimento a mille.

Basilica di Saint-Denis

A tu per tu con Luigi XVI e Maria Antonietta e con tutti i re di Francia. Siamo a Saint-Denis, nella bellissima cattedrale che contiene più di 70 tombe reali monumentali. Un gioiellino del gotico.

Institut Giacometti

Ha da poco inaugurato a Montparnasse l'Institut Giacometti, un nuovo spazio consacrato alle esposizioni, alla ricerca nella storia dell'arte e alla pedagogia. Il tutto tra opere, ateliers e incanto

Parc de Bagatelle

Segni particolari: verdissimo e bellissimo. E' il Parc de Bagatelle, nel cuore del Bois de Boulogne, un Parco unico nel suo genere che fra roseti, pavoni e cascate d'acqua conquisterà chiunque.

Palais Garnier

Eclettico. Audace. Ricco. Sfavillante. E' il fastoso Palais Garnier, culla del balletto classico, oggi considerato uno dei più bei teatri del mondo. Basta una visita per farsene un'idea. Imperdibile.

Sainte-Chapelle

E' un gioiello dello stile gotico fiorito. Nel cuore de l'Ile de la Cité, la Sainte-Chapelle illumina il visitatore con le sue vetrate coloratissime. Di una bellezza assoluta, merita la visita.

Galerie des Carrosses Versailles

Sontuose, civettuole, bellissime. Sono le carrozze di Versailles, in mostra nella grande écurie del Castello riaperta dopo 15 anni di lavori di restauro. Tra lusso estremo e tecnologia a motore.

Arc de Triomphe

Sguardi all'ingiù per la città. Salire sull'Arc de Triomphe è un'esperienza irripetibile che permette di avere uno sguardo a 360° su Parigi e di avere un insolito tête-à-tête con la Tour Eiffel.

Dove mangiare

Clover Green - Jean-François Piège

Antidepressivo, porte-bonheur, declinato secondo le sfumature della felicità in cucina. Siamo da Clover Green, a due passi da Saint Germain des Près, il piccolissimo ma buonissimo ristorante "de poche" del super chef Jean-François Piège. Nessun muro tra la cucina e la sala, per un locale dall'animo green che a pranzo e cena si diverte a giocare con tutte le declinazioni possibili delle verdure di stagione. Ci sono anche carne e pesce per chi lo volesse, ma giusto un assaggio. Porta fortuna, lo dice il nome stesso.

Parigi, i ristoranti aperti ad agosto

Street food asiatico, tipicamente italiano, squisitamente francese, emotivamente latino. Sono tanti i ristoranti e le brasserie che a Parigi non chiudono mai d'estate. Ecco la mappa per non morire di fame tra la visita a un museo e a un monumento parigino. Ce n'è per tutti i gusti e per tutte le tasche. Brasserie chic, vegetariano, pizze, carne alla brace, aperitivi o gyoza. Allez, il cibo è in tavola.

La Gare

Un menu aperto sul mondo, con il meglio della cucina mediterranea, asiatica, peruviana, francese e latina. Un angolo rôtisserie au charbon de bois, una splendida terrazza per aperitivi d'estate, un brunch della domenica con un ricchissimo buffet a tre stelle, un bar a cocktail pop-up e un ristorante iper top capeggiato ai fornelli dallo chef Gastón Acurio. E nel piatto sapori davvero sorprendenti tra sushi, dim-sum, tapas, crispy tacos, ceviche e grigliate argentine. Siete a La Gare, nel XVI arrondissement: l'indirizzo è top, segnatevelo in agenda. Ma ricordatevi di prenotare.

The Peninsula Paris

Un tavolo a due sotto il cielo stellato parigino. Un pique-nique chic in terrazza con vista sulla Tour Eiffel. O un cocktail al bar Le Rooftop per una vista su Parigi che toglie il fiato. Quest'estate l'Hotel The Peninsula Paris propone momenti di pura estasi sui tetti della Ville Lumière: tre esperienze "Rooftop" per un viaggio culinario inedito in un contesto unico al mondo.