Tu sei qui

Dove Mangiare

Casa Tua - J.K. Place Paris

Un tocco di classe tutto italiano nella già bellissima Parigi. Nel gusto, al palato e per gli occhi. Nel nuovo boutique hotel J.K. Place Paris in rue de Lille, nel cuore del settimo arrondissement, si nasconde Casa Tua, un ristorante italiano nello spirito e nella filosofia, splendido da vedere e ottimo da assaggiare. Ai fornelli della bellissima cucina a vista c'è Michele Fortunato, uno dei pochi chef italiani stellati di Parigi che tra piatti, ingredienti e tocchi creativi innalza l'Italian style in terra parigina. Da scoprire.

Terminus Nord

Huîtres, bulots, crevettes roses, tourteau entier, homard canadien, langoustines... La terrasse dell'intramontabile bistrot parigino Terminus Nord è un invito a prolungare l'estate fra piatti di crostacei e frutti di mare crudi e cotti e bicchieri di vin rosé ghiacciato. Per una rentrée iodée a base di "coquillages" da condividere con gli amici o da portarsi gelosamente a casa.

Peppe

La pizza contemporanea. La prima a Parigi a firma del campione del mondo di Pizza Napoletana 2019. Lui è Giuseppe Cutraro, ex capo pizzaiolo del Gruppo Big Mamma, capace oggi di infiammare place Saint-Blaise, nel 20esimo, con i profumi napoletani delle sue pizze. Lievito, farina... jambon cru, amandes toastées, confiture de figues, provolone et mozzarella di Bufala: cos'altro di più?

Café Kitsuné

Benvenuti al Café Kitsuné Vertbois di Parigi, una delle pochissime torrefazioni "live" della città in cui bere, assaporare, annusare, lasciarsi inebriare e scoprire tutto sul rituale della preparazione del caffè. ☕️⁠⁠ Per una coffee experience dal profumo straordinario.⁠

ristoranti

Eataly Paris Marais

Uno spazio di 4000 metri quadrati su tre piani dedicato al buon cibo italiano, alla ristorazione, all'acquisto di prodotti top e alla didattica. Siete da Eataly Paris, nel cuore del Marais: 7 punti di ristorazione tra cui Pasta e Pizza, il Caffè e il Gelato, l’Osteria del Vino e il Bar Torino per cucinare, mangiare, bere e acquistare. Sano, intelligente e buono.

Clover Green - Jean-François Piège

Antidepressivo, porte-bonheur, declinato secondo le sfumature della felicità in cucina. Siamo da Clover Green, a due passi da Saint Germain des Près, il piccolissimo ma buonissimo ristorante "de poche" del super chef Jean-François Piège. Nessun muro tra la cucina e la sala, per un locale dall'animo green che a pranzo e cena si diverte a giocare con tutte le declinazioni possibili delle verdure di stagione. Ci sono anche carne e pesce per chi lo volesse, ma giusto un assaggio. Porta fortuna, lo dice il nome stesso.

Parigi, i ristoranti aperti ad agosto

Street food asiatico, tipicamente italiano, squisitamente francese, emotivamente latino. Sono tanti i ristoranti e le brasserie che a Parigi non chiudono mai d'estate. Ecco la mappa per non morire di fame tra la visita a un museo e a un monumento parigino. Ce n'è per tutti i gusti e per tutte le tasche. Brasserie chic, vegetariano, pizze, carne alla brace, aperitivi o gyoza. Allez, il cibo è in tavola.

La Gare

Un menu aperto sul mondo, con il meglio della cucina mediterranea, asiatica, peruviana, francese e latina. Un angolo rôtisserie au charbon de bois, una splendida terrazza per aperitivi d'estate, un brunch della domenica con un ricchissimo buffet a tre stelle, un bar a cocktail pop-up e un ristorante iper top capeggiato ai fornelli dallo chef Gastón Acurio. E nel piatto sapori davvero sorprendenti tra sushi, dim-sum, tapas, crispy tacos, ceviche e grigliate argentine. Siete a La Gare, nel XVI arrondissement: l'indirizzo è top, segnatevelo in agenda. Ma ricordatevi di prenotare.

Giuseppe Cutraro | BigMamma

Taste of Paris torna dal 9 al 12 maggio sotto le cupole del Grand Palais e quest'anno, per la prima volta, ci sarà uno stand interamente dedicato alla pizza napoletana "contemporanea". Assaggi di pizza d'artista saranno proposti ai gourmands tra momenti didattici, show e chiacchiere da forno. A parlarcene è uno dei protagonisti di Taste, Giuseppe Cutraro, Executive Pizza-Chef del gruppo BigMamma. Perché il mondo della pizza della qualità a Parigi non si ferma più.

The Peninsula Paris

Un tavolo a due sotto il cielo stellato parigino. Un pique-nique chic in terrazza con vista sulla Tour Eiffel. O un cocktail al bar Le Rooftop per una vista su Parigi che toglie il fiato. Quest'estate l'Hotel The Peninsula Paris propone momenti di pura estasi sui tetti della Ville Lumière: tre esperienze "Rooftop" per un viaggio culinario inedito in un contesto unico al mondo.

EnYaa Saké & Champagne

Un giapponese vero. Minimal e zen negli arredi, incredibile nel gusto. L'unico modo a Parigi per degustare la vera cucina kaiseki, ovvero il meglio della gastronomia nippo. Siamo nel ristorante EnYaa Saké & Champagne, in un vicoletto davanti al Teatro du Palais-Royal. Tenetelo d'occhio, perché tra menu eccezionali, degustazioni di introvabili sakè, e serate con i migliori chef del Giappone sarà come ritrovarsi a Kyoto, nel cuore del Sol Levante. E non stupitevi se all'interno troverete soltanto giapponesi. Dimenticatevi lo street food usa e getta, qui la cucina è iper top.

Restaurant La Bauhinia | Shangri-La Hotel Paris

Asia Orientale, profumo di lime, zenzero e coriandolo. E poi tanto thai pepper e una grattata di tartufo nero. Non siamo in Thailandia, ma nello splendido La Bauhinia il ristorante d'ispirazione orientale nascosto nel cuore dello Shangri-La Paris, il meraviglioso hotel 5 stelle luxe a due passi dalla Torre Eiffel. Non spaventatevi, a pranzo i prezzi non sono da batticuore e il ristorante merita essere assaggiato in tutti i suoi profumi. Mangerete come a Hong Kong e poi uscendo avrete la Parigi più iconica ai vostri piedi.

Malro

Una cucina meticcia, che mescola il meglio dei sapori e dei gusti del Mediterraneo. Da quella italiana, passando attraverso quella greca, libanese, spagnola e pure tunisina. Siamo da Malro, nel cuore del Marais, nel nuovissimo ristorante che porta la firma del super top chef Denny Imbroisi. C'è la pizza, c'è la pasta, ma c'è anche la feta, l'olio greco, l'hummus e il pesce e la carne cucinati alla griglia. C'è soprattutto la bontà degli ingredienti. Ma è lo stesso Denny a parlarcene tra nuovi progetti, libri, salse e nuovi sogni. #Credere.

Itacoa Paris

Dire che è buono potrebbe essere banale, lo si dice già di molti. Aggiungere che lui, lo chef in questione, ha vinto l'ultimo Masterchef brasiliano, potrebbe aggiungere un pizzico di pepe. Sottolineare che la sua cucina mescola profumi brasiliani e gusti mediterranei, dà quel tocco in più al palato. Insomma, siamo da Itacoa, un neo bistrot di ultima generazione in cui divertirsi con tapas, succhi appena spremuti, ingredienti di stagione e pao de queijo da favola. Lo chef si chiama Rafael Gomes e dal suo Itacoa bisogna proprio passarci.

Pagine