Tu sei qui

Dove Mangiare

Restaurant La Bauhinia | Shangri-La Hotel Paris

Asia Orientale, profumo di lime, zenzero e coriandolo. E poi tanto thai pepper e una grattata di tartufo nero. Non siamo in Thailandia, ma nello splendido La Bauhinia il ristorante d'ispirazione orientale nascosto nel cuore dello Shangri-La Paris, il meraviglioso hotel 5 stelle luxe a due passi dalla Torre Eiffel. Non spaventatevi, a pranzo i prezzi non sono da batticuore e il ristorante merita essere assaggiato in tutti i suoi profumi. Mangerete come a Hong Kong e poi uscendo avrete la Parigi più iconica ai vostri piedi.

Malro

Una cucina meticcia, che mescola il meglio dei sapori e dei gusti del Mediterraneo. Da quella italiana, passando attraverso quella greca, libanese, spagnola e pure tunisina. Siamo da Malro, nel cuore del Marais, nel nuovissimo ristorante che porta la firma del super top chef Denny Imbroisi. C'è la pizza, c'è la pasta, ma c'è anche la feta, l'olio greco, l'hummus e il pesce e la carne cucinati alla griglia. C'è soprattutto la bontà degli ingredienti. Ma è lo stesso Denny a parlarcene tra nuovi progetti, libri, salse e nuovi sogni. #Credere.

Itacoa Paris

Dire che è buono potrebbe essere banale, lo si dice già di molti. Aggiungere che lui, lo chef in questione, ha vinto l'ultimo Masterchef brasiliano, potrebbe aggiungere un pizzico di pepe. Sottolineare che la sua cucina mescola profumi brasiliani e gusti mediterranei, dà quel tocco in più al palato. Insomma, siamo da Itacoa, un neo bistrot di ultima generazione in cui divertirsi con tapas, succhi appena spremuti, ingredienti di stagione e pao de queijo da favola. Lo chef si chiama Rafael Gomes e dal suo Itacoa bisogna proprio passarci.

EnYaa Saké & Champagne

Un giapponese vero. Minimal e zen negli arredi, incredibile nel gusto. L'unico modo a Parigi per degustare la vera cucina kaiseki, ovvero il meglio della gastronomia nippo. Siamo nel ristorante EnYaa Saké & Champagne, in un vicoletto davanti al Teatro du Palais-Royal. Tenetelo d'occhio, perché tra menu eccezionali, degustazioni di introvabili sakè, e serate con i migliori chef del Giappone sarà come ritrovarsi a Kyoto, nel cuore del Sol Levante. E non stupitevi se all'interno troverete soltanto giapponesi. Dimenticatevi lo street food usa e getta, qui la cucina è iper top.

ristoranti

Arthur&Juliette

Una brasserie parigina coup de cour, perfetta coi bimbi, per vegetariani convinti, ma anche per voraci carnivori. E tra tartare di Saint-Jacques e insalatone bio, tutti i palati sono accontentati. E il prezzo non è male. A due passi dallo splendido parco George Brassens.

Caffè Stern

La sua cucina è intensamente leggera e nostalgicamente contemporanea. Italianissima nel midollo, ma con tocchi d'alta cucina fluida e buonissima. Il Caffè Stern, splendido spazio del mangiar bene aperto nel cuore di Parigi dai fratelli Alajmo nel settembre 2014, dalla colazione alla cena offre parentesi di puro gusto. Per scoprire il vero Italian Style.

Le Troquet

Un piccolo angolo gourmand tutto da scoprire. Pochi tavolini, atmosfere retrò, un menu asciutto e buonissimo che cambia ogni giorno e che prende la cucina francese per reinterpretarla in modo sorprendente. Oggi si pranza (o cena) a Le Troquet.

Kapunka Panoramas

Una cantina Thai piccola e minimal che offre un viaggio di sola andata negli autentici sapori asiatici. Dal gusto dolce delle zuppe si corre velocissimi a quelli piccanti dei Nouilles e dei Pad Thai. Il tutto servito con tè freddo al cocco o alla citronella E ogni piatto ha pure la sua declinazione veggie. Per golosi gourmet.

Takara

E' il più antico di Parigi. Il più autentico. E' chic, minimal e buonissimo. E' il Takara, ristorante nipponico a due passi dall'Operà che entusiasma per gusto e sorprende per intensità. E anche il tofu e il sushi non saranno più gli stessi. Tokyo in fondo non è poi così lontana.

Yann Couvreur Pâtisserie

Lui è bello, il che non guasta, ed è uno dei più talentuosi pasticceri di Parigi. La sua millefoglie alla vaniglia del Madagascar toglie il fiato per bontà. I suoi dolci sono destrutturati e moderni. Oltre che buoni. Appuntamento alla Yann Couvreur Pâtisserie: provare per credere.

La Pizzeria di Rebellato

Col bordo alto, calda, morbida. Che cola mozzarella e profuma di basilico. E' la pizza di Rebellato, favolosa come quella napoletana, forse un po' di più. Un punto di ritrovo tutto tricolore che profuma d'Italia buona.

Passarito mon amour...

Un wine bar, una cave, un micro ristorante. Passarito mon amour è un bistrot autentico che fonde i capricci culinari dei francesi ai sapori autentici lusitani. Il risultato è un luogo prezioso in cui degustare ottimo cibo, bere vino portoghese e stuzzicare sfizi nel piatto. Tra bicchierini di Ginja e ottimo Porto.

Oktoberfest Paris 2016

Chi l'ha detto che i parigini bevono solo Champagne? Fino al 15 ottobre la Villette ospita la seconda edizione della tradizionale festa bionda, rossa e ambrata di Monaco. E' l'Oktoberfest Paris 2016: tra milioni di calici di birra, salsicce, strudel e musica dal vivo.

Chez Miki

Non il solito rotolino di riso con un filetto rosa pallido di salmone. Un bistrot essenziale, quasi brutale e molto minimal. Da Chez Miki si assaggiano i veri piatti giapponesi seduti accanto a giapponesi super radicati in città. Per ritrovare Tokyo nel piatto, in un colpo di bacchetta.

Pagine